Ricercatori e Partner

Gruppo di ricerca su Digital Heritage, Dipartimento DIST, Politecnico di Torino.

Coordinatore del progetto:

Prof. Mario Ricciardi. mario.riccardi@polito.it

Team di ricerca InMedia Loci:
Giulia Bertone, Ph.D – giulia.bertone@polito.it;
Elisabetta Ranieri, Ph.D – elisabetta.ranieri@polito.it;

Collaborano alla ricerca:
Domenico Morreale, Ph.D. – domenico.morreale@polito.it;
Gabriella Taddeo, Ph.D – gabriella.taddeo@polito.it,
Dario Scopesi, ing. – dario.scopesi@polito.it

Partner aziendali

  All’interno del progetto di ricerca, il gruppo di lavoro del Politecnico di Torino si occuperà delle fasi di coordinamento del progetto, dell’identificazione del framework progettuale utile ad integrare forme di convergenza tra le produzioni istituzionali e non istituzionali e gestirà la fase di progettazione e sviluppo della comunicazione crossmediale e locative per veicolare i contenuti attraverso più piattaforme, favorendo così il processo di integrazione tra prodotti broadcast e prodotti grassroots. Infine l’Università curerà una fase di attività di test per valutazione delle soluzioni progettuali individuate.
  Nell’ambito del progetto, Profutura, curerà le fasi di implementazione e integrazione di soluzioni di data mining e di distribuzione, condivisione e rielaborazione (tramite U.G.C) dei patrimoni intellettuali esistenti, con particolare attenzione al lato dell’utente finale al quale verranno proposte interfacce innovative non solo per il riconoscimento e la fruizione dei contenuti richiesti, ma anche per la validazione e valorizzazione  dei contenuti inseriti dagli utenti stessi.
  RAI – Radiotelevisione Italiana all’interno del progetto autorizza l’impiego di risorse tecniche delle direzioni Centro Ricerche e Innovazione Tecnologica e Teche. Il contributo è principalmente orientato alla selezione e messa a disposizione di contenuti d’archivio in formato digitale per le finalità di sperimentazione scientifica del progetto e alla partecipazione attiva ai lavori di sviluppo di tecniche innovative di indicizzazione e reperimento di oggetti multimediali.
  All’interno del progetto per il polo di innovazione Ovolab curerà le fasi di ideazione e progettazione dei client mobile. Seguirà quindi una fase di analisi e progettazione delle esigenze di connettività e web services e di studio, ideazione e produzione della user Interface del progetto su dispositivi mobile (smartphone e tablet). Infine gestirà anche la fase di implementazione e sviluppo dell’engine di Augmented Reality su piattaforme iOS.
  All’interno del progetto di ricerca Ars media si occuperà di progettare il video content design del sistema In media loci, individuando e defininendo le adeguate tipologie di format, che costituiranno lo standard generale di comunicazione video del sistema ed elaborando per ciascun format uno specifico “storyboard template” utile alla replicabilità nel tempo. Seguirà poi una fase di produzione di differenti demo video che visualizzino i format elaborati, evidenziando le potenzialità del sistema sul piano delle capacità comunicative, narrative, socializzanti nei diversi contesti.
  Punto Rec Studios, seguirà le fasi di sviluppo creativo dei contenuti sonori e di creazione di musiche di sottofondo per la caratterizzazione delle immagini. Realizzerà quindi una colonna sound fx in grado di valorizzare e facilitare la fruizione dei contenuti e curerà le fasi di registrazione degli speakerati per eventuali voice-over o doppiaggi (sincronizzazione audio/video, mix e mastering finale). Infine seguirà la fase di registrazione ed elaborazione di suoni on site per il loro successivo riutilizzo all’interno di ricostruzioni virtuali e la sonorizzazione di materiali d’archivio che rappresentano i luoghi dei case studies al fine di una distribuzione multipiattaforma.

 

UA-36610176-1